il buono del cilento

Il territorio cilentano, storicamente conteso da molti popoli, è considerato da molti il giardino d’Italia, ricco di specie animali e vegetali. Il Cilento è una terra antica, fatta di colori e sapori, caratterizzato da tradizioni, da canti folcloristici ma soprattutto dal buon cibo.

È proprio qui, nel Cilento che è stata scoperta la famosa dieta mediterranea, studiando l’alimentazione dei cilentani, lo scienziato americano Ancel Keys, che abitò a lungo in Cilento, dopo svariate indagini in giro per il Mediterraneo decise di continuare i suoi studi a Pioppi, un paesino nel comune di Pollica, dove lo studioso grazie al cibo e l’aria cilentana visse 100 anni.

È proprio in questo parco, lontano da fonti inquinanti, ricco di vegetazione, che le nostre api raccolgono con cura e laboriosità il nettare che ogni giorno noi di Apicoltura Mucciolo, puntuali, ci impegniamo a servirvi.

un hobby diventato amore

Nata per hobby da un giovane apicoltore cilentano e trasformatasi in passione impegno e lavoro, l’apicoltura Mucciolo è tra le aziende più giovani del settore, sorta ufficialmente nel gennaio 2017, vanta un centinaio di alveari in produzione. Tutto alla luce del sole con tanto di visite aziendali nei mesi di raccolta.

l'importanza delle scelte

Abbiamo scelto di spostare i nostri alveari solo nel Cilento, in zone assolutamente incontaminate e lontane da fonti inquinanti, per far sì che le nostre api possano nutrirsi solo del nettare migliore. Quel nettare che poi diventerà il nostro miele, miele che viene estratto senza ricorrere ad alcun procedimento di pastorizzazione, in modo da conservarne le proprietà organolettiche e nutrizionali. In virtù di questo, subito dopo la smielatura il miele è liquido; successivamente va incontro a procedimenti assolutamente naturali come la cristallizzazione, che è sinonimo proprio di qualità; ad eccezione di quello di Acacia, di Castagno e di Melata: quest’ultimi, infatti, hanno una percentuale più elevata di fruttosio che rende generalmente liquido il miele e difficile la cristallizzazione. Tutti gli altri gradualmente andranno a cristallizzare, in base alla percentuale di fruttosio/glucosio presente nel nettare raccolto dalle api.